Antonio D’Alessandri

Antonio D’Alessandri è ricercatore non confermato per il settore scientifico-disciplinare “Storia dell’Europa orientale” (M-STO/03; settore concorsuale “Storia contemporanea”, 11/A3), presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Roma Tre.
Ha studiato presso l’Università Roma Tre e l’École normale supérieure (Institut d’histoire moderne et contemporaine – IHMC) di Parigi.
È segretario dell’Associazione italiana di studi del Sud-est europeo (AISSEE): http://host.uniroma3.it/associazioni/aissee/
Per la tesi di dottorato ha ricevuto il premio Spadolini – Nuova Antologia (2006) e il Premio Soroptimist.
I suoi principali interessi di ricerca riguardano la storia politica e culturale del Sud-est europeo in età contemporanea, con particolare riguardo all’affermazione e sviluppo dei movimenti e degli Stati nazionali.

Università Roma Tre
a.dalessandri@gmail.com

Pubblicazioni: 

Monografie:

  • Il pensiero e l’opera di Dora d’Istria fra Oriente europeo e Italia (Istituto per la storia del Risorgimento italiano, Biblioteca scientifica, Serie II: Memorie, vol. 54), Roma, Gangemi, 2007.
  • Traduzione romena: Gândirea şi opera Dorei d’Istria între Orientul european şi Italia, Bucureşti, Pavesiana, 2011.

Curatele:

  • Dopo la pioggia. Gli Stati della ex Jugoslavia e l’Albania (1991-2011), Lecce, Argo, 2011 [con Armando Pitassio]
  • Balcani 1908. Alle origini di un secolo di conflitti, Trieste, Beit, 2010 [con Alberto Basciani]
  • Popoli e culture in dialogo tra il Danubio e l’Adriatico (Contributi italiani al X Congresso internazionale dell’Association Internationale d’Études du Sud-Est Européen, Parigi, 24-26 settembre 2009), in Romània Orientale, 22, 2009, Roma, Bagatto Libri, 2009, pp. 300 [con Monica Genesin]

 

Saggi e articoli:

  • Nazione, Stato, diritto. La nascita della Bulgaria nella cultura giuridica italiana della seconda metà del XIX secolo, in «Études balkaniques», XLXVIII (2012), 2-3, pp. 32-46
  • Le tante Europe di Dora d’Istria, in Spazi, segni, parole. Percorsi di viaggiatrici italiane, a cura di Federica Frediani, Ricciarda Ricorda, Luisa Rossi, Milano, FrancoAngeli, 2012, pp. 81-90
  • Il tormentato percorso dell’indipendenza albanese (novembre 1912-luglio 1913). Anselmo Lorecchio e il punto di vista arbëresh, in Centenario dell’indipendenza dell’Albania 1912-2012. L’influenza delle relazioni con l’Italia sulla nascita della coscienza nazionale albanese, numero monografico de Il Veltro, 3-6, anno LVI, maggio-dicembre 2012, pp. 81-97
  • Una rilettura dei rapporti tra serbi e italiani nel Risorgimento, in Unità italiana e mondo adriatico danubiano, a cura di Gizella Nemeth e Adriano Papo, Trieste, Luglio, 2012, pp. 101-116
  • La dissoluzione della Jugoslavia e i Balcani visti dall’Italia, in Dopo la pioggia. Gli Stati della ex Jugoslavia e l’Albania (1991-2011), a cura di Antonio D’Alessandri e Armando Pitassio, Lecce, Argo, 2011, pp. 17-33
  • La questione d’Oriente e l’Europa. Nazionalismo, rivoluzione ed esilio dopo il 1849, in Italia e Romania verso l’Unità nazionale, a cura di Francesco Guida, Bucureşti, Humanitas, 2011, pp. 32-49.
  • I romeni della Transilvania, il Risorgimento italiano e l’alternativa fra confederazione latina e dabubiana, in Unità nazionale e modernità nel Risorgimento italiano e romeno, a cura di Ion Cârja, Cluj-Napoca, Presa Universitară Clujeană, 2011, pp. 97-119
  • À la périphérie de plusieurs centres : la Vojvodine entre XIXe et XXe siècles, in Ouest-Est : dynamiques centre-périphérie entre les deux moitiés du continent. Des regards interdisciplinaires, sous la direction de Patrick Renaud, Judit Maár et Traian Sandu, Paris, L’Harmattan, 2011, pp. 161-181 [coautore con Elise Bernard]
  • La nascita dell’élite liberale serba alla metà del XIX secolo, in Vecchie e nuove nell’area danubiano-balcanica del XIX secolo, a cura di Rita Tolomeo, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2011, pp. 73-89
    La figura di Zog «re degli albanesi» nella storiografia italiana, in «Nuova Rivista Storica», anno XCIV, fascicolo III, 2010, pp. 975-984
  • Lo scrittore croato Mile Budak e la formazione dell’ideologia ustascia, in Intellettuali versus democrazia. I regimi autoritari nell’Europa sud-orientale (1933-1953), a cura di Francesco Guida, Roma, Carocci, 2010, pp. 159-200
    «Ingombranti presenze»: Dora d’Istria e Cristina di Belgiojoso nella storiografia, in Cristina di Belgiojoso. Politica e cultura nell’Europa dell’Ottocento, a cura di Ginevra Conti Odorisio, Cristina Giorcelli, Giuseppe Monsagrati, Casoria (NA), Loffredo, 2010, pp. 307-317
  • Postfazione a Stevan K. Pavlowitch, Serbia. La storia al di là del nome, Trieste, Beit, 2010, pp. 321-332
  • La democrazia evangelica di Dora d’Istria, in Mazzini compagno di vita. Studi storici dedicati a Giuliana Limiti per il suo ottantesimo compleanno, a cura di Mario di Napoli e Giuseppe Monsagrati, Pisa, Domus Mazziniana, 2010, pp. 89-100
  • Le rivolte albanesi del 1910-1912 tra localismo e nazionalismo, in Balcani 1908. Alle origini di un secolo di conflitti, a cura di Alberto Basciani e Antonio D’Alessandri, Trieste, Beit, 2010, pp. 153-166 e 208-210
    La coopération balkanique dans l’idéologie de Giuseppe Mazzini et des démocrates italiens du XIXe siècle, in «Revue Association Internationale d’Études du Sud-est Européen», 35-39 (2005-2009), Bucureşti, Enciclopedică, 2009, pp. 273-279
  • Gli albanesi, l’Adriatico e l’Italia tra fine Ottocento e primo Novecento. L’opera di Anselmo Lorecchio, in Popoli e culture in dialogo tra il Danubio e l’Adriatico (Contributi italiani al X Congresso internazionale dell’Association Internationale d’Études du Sud-Est Européen, Parigi, 24-26 settembre 2009), a cura di Antonio D’Alessandri e Monica Genesin, in «Romània Orientale», 22, 2009, Roma, Bagatto Libri, 2009, pp. 79-92
  • Note a margine di studi recenti sulle relazioni fra Italia ed Europa sud-orientale nel XIX secolo, in «Quaderni Vergeriani», vol. 4, 2008, pp. 102-109
  • Il ruolo di Dora d’Istria nell’affermazione dell’identità nazionale albanese, in «Hylli i Dritës», 258 (2008/3), pp. 45-61
  • L’europeismo mazziniano tra teoria e realtà: il caso degli slavi del Sud, in Dalla Giovine Europa alla Grande Europa, a cura di Francesco Guida, Roma, Carocci, 2007, pp. 129-146
  • Il movimento nazionale albanese e Dora d’Istria, in La Sicilia, il Mediterraneo, i Balcani: storia, culture, lingue, popoli (Atti delle Giornate di Studio, Palermo, 7-9 settembre 2006), a cura di Matteo Mandalà, Palermo, A.C. Mirror, 2006, pp. 87-99
  • Mazzini e l’Europa sud-orientale nella storiografia degli ultimi trent’anni, in «La Capitanata», a. XLIV, n. 20, ottobre 2006, pp. 145-155
  • Il «mito» di Dora d’Istria: un percorso bibliografico, in «Transylvanian Review», vol. XV, n. 3, 2006, pp. 45-70
  • I principati romeni dal Congresso di Parigi (1856) alla Piccola unione (1859) nel pensiero e negli scritti di Dora d’Istria, in «Analele Universităţii Bucureşti – Istorie», 2005, pp. 3-15
  • Le idee politiche nella storia del principato di Serbia prima dell’indipendenza: alcune riflessioni, in «L’Europa d’oltremare». Contributi italiani al IX Congresso Internazionale dell’Association Internationale d’Études du Sud-Est Européen Tirana 30 agosto-3 settembre 2004, a cura di Alberto Basciani e Angela Tarantino, numero monografico di «Romània Orientale», XVII, 2004, pp. 49-74
  • La pubblicistica italiana e l’unione dei Principati danubiani: gli scritti di Oddone di Castelvetro, in «Romània Orientale», XVI, 2003, pp. 63-85
  • La Serbia e l’occupazione dei Principati Danubiani durante la crisi d’Oriente del 1853-1856, in «Annuario dell’Istituto romeno di cultura e ricerca umanistica di Venezia», anno 5, 2003, pp. 311-319
  • La vie monastique dans l’église orientale di Dora d’Istria (1828-1888): problematiche religiose e politiche, in «Trimestre. Storia-Politica-Società», 2003, XXXVI, 1-2, pp. 73-92
  • Il trattato di alleanza serbo-romeno del 1868. Aspetti e problemi della collaborazione tra Belgrado e Bucarest negli anni Sessanta del secolo XIX, in «Quaderni della casa romena di Venezia», 2, 2002, pp. 204-220

 

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *