CfP: Clio nei socialismi reali. Il mestiere di storico, la storiografia e il suo uso pubblico nei regimi comunisti dell’Europa orientale

La collana Tracce. Percorsi internazionali di storia contemporanea nasce dall’esigenza di esplorare nuove correnti storiografiche e nuovi approcci metodologici con una prospettiva internazionale e transnazionale. In un mondo dai contorni fluidi anche lo studio della storia deve adottare una visione
complessa, che tenga conto degli apporti provenienti dalle scienze sociali e dalle arti visive e letterarie. L’ambizione è quella di restituire al lettore la pluralità dei modi di ‘fare’ e di ‘leggere’ la storia, offrendo anzitutto spunti di analisi per aprire un dibattito sui percorsi della ricerca storica.

Collana diretta da Deborah Paci
Curatori dell’opera: Stefano Santoro e Francesco Zavatti

Per oltre quarant’anni, la scrittura della storia nei paesi dell’est europeo è stata fortemente condizionata dagli imperativi propagandistici dei regimi comunisti. La storia era strumentale per questi regimi, poiché più di ogni altra disciplina umanistica offriva giustificazioni, e quindi legittimità, al potere. Indagare il rapporto tra storia e potere in questo ambito significa addentrarsi tanto nella storia dei socialismi reali, dei loro obiettivi, strategie, tattiche, tra rotture con il passato e continuità, quanto approfondire il rapporto che storici ed istituzioni di ricerca intrattenevano con la politica. La collana
Tracce. Percorsi internazionali di storia contemporanea intende realizzare un volume monografico sul rapporto tra storia e politica nei paesi comunisti dell’Europa orientale. La proposta è aperta a contributi che, da una prospettiva strettamente comparativa, possano fare luce sulle somiglianze, le differenze, le specificità e sui pattern ricorrenti tra i singoli casi nazionali. Si accolgono proposte di contributo che, comparando due o più paesi del socialismo reale esteuropeo, analizzino: – Il rapporto tra storici, istituzioni di ricerca storica e potere politico, tra autonomia professionale e servizio politico; lotta per le risorse: gerarchie di partito e storici come
patrones e clientes. – Cambiamenti e continuità storiografiche dallo stalinismo alle vie nazionali al socialismo: somiglianze e differenze tra pattern nazionali; diversi approcci al medesimo soggetto storiografico; influenze internazionali su storiografia e politica a confronto. – Gli usi pubblici della storia, tra ricerca di legittimità nazionale e soft diplomacy: diversi approcci all’uso della storia; la storia come risorsa di legittimità interna ed internazionale in prospettiva comparata. I saggi saranno pubblicati in italiano. Gli autori possono inviare i propri contributi anche in lingua inglese, francese, spagnola e portoghese. La traduzione dei saggi sarà a cura della redazione. Gli autori interessati sono invitati a inviare un abstract di 500 parole entro il 1° aprile 2018 a tracce.unicopli@gmail.com. Gli autori degli abstract accettati riceveranno notifica all’inizio del mese di maggio 2018 e saranno invitati a inviare il proprio contributo (30-40.000 caratteri, note e bibliografia inclusa) entro il 1° agosto 2018. I saggi inviati saranno sottoposti a doppio referaggio anonimo ed indipendente (double
blind peer-review). Gli autori dei saggi accettati dovranno apportare le modifiche necessarie entro il 1° ottobre 2018. Il volume sarà pubblicato a gennaio 2019.

Author: Max

Share This Post On