Convegno: Tra una guerra e l’altra. Incroci fra Italia e Ungheria: storia, letteratura, cultura, mondo delle idee (1921-1945)

II Convegno MTA BTK FI e CISUECO
Tra una guerra e l’altra. Incroci fra Italia e Ungheria:
storia, letteratura, cultura, mondo delle idee (1921-1945)
Roma, 15 – 16 giugno 2017

PROGRAMMA
Giovedì 15 giugno, ore 9.30 (Sala del Consiglio del Dipartimento di Scienze Politiche, Università Roma Tre, Sede del
CISUECO. Via Gabriello Chiabrera, 199)

Saluti delle autorità
Prof. Vincenzo Mannino, Pro Rettore alle Relazioni internazionali, Università Roma Tre
S.E. Krisztina Lakos, Incaricata d’Affari ad interim dell’Ambasciata di Ungheria
Prof. István Puskás, Direttore dell’Accademia d’Ungheria in Roma
Prof. Roberto Ruspanti, Direttore del Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull’Europa Centro-Orientale
Prof. Ferenc Hörcher, Direttore dell’Istituto di Filosofia dell’Accademia Ungherese delle Scienze
Prof. Francesco Guida, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche, Università Roma Tre

I seduta (ore 10.00-13.00)
Presiede: Giulia Lami (Università statale di Milano)

Roberto Ruspanti (Università di Udine, direttore del CISUECO)
Fascino italiano – Fascino magiaro. L’intreccio del ramificato scambio culturale italo-ungherese fra le due guerre
mondiali del Novecento
Alessandro Gallo (Università di Venezia Ca’ Foscari, CISUECO)
Il nuovo contesto geopolitico dell’Europa centro-orientale dopo la Prima Guerra Mondiale

Coffee break

István Puskás (Università di Debrecen, direttore dell’Accademia d’Ungheria in Roma)
Italia come ‘spazio altro’ in Utas és holdvilág di Antal Szerb
Antonio D’Alessandri (Università Roma Tre, CISUECO)
Gli studi sul Risorgimento e le relazioni tra Ungheria e Italia fra le due guerre mondiali
Armando Nuzzo (Università Cattolica Péter Pázmány di Budapest)
Utopie e realtà. Letteratura degli ungheresi dal 1935 al 1945.

Ore 13.00
Momento conviviale (riservato ai relatori)

Giovedì 15 giugno (Sala del Consiglio del Dipartimento di Scienze Politiche, Università Roma Tre, Sede del CISUECO.
Via Gabriello Chiabrera, 199)
II seduta (ore 15.30-19.30)
Presiede: Armando Nuzzo (Università Cattolica Péter Pázmány di Budapest)

Ferenc Hörcher (Direttore dell’Istituto di Filosofia-Accademia Ungherese delle Scienze, Budapest)
Paura e cultura: Ferrero e Bibó sulla crisi dell’autocoscienza europea
Zoltán Turgonyi (Istituto di Filosofia-Accademia Ungherese delle Scienze, Budapest)
Un professore ungherese dell’Angelicum contro il capitalismo: il libro di Sándor Horváth OP sulla teoria tom ista del
diritto di proprietà
Imre Madarász (Università di Debrecen)
Culture e caratteri nazionali a confronto: Italiani e Ungheresi nella filosofia di Lajos Prohászka

Coffee break

Romano Pietrosanti (Pont. Univ. S. Tommaso d’Aquino in Urbe-Angelicum; Ist. Teologico Leoniano-Anagni)
Due comunisti isolati: parallelismi biografici tra Imre Nagy e Antonio Gramsci
János Frivaldszky (Università Cattolica Péter Pázmány di Budapest)
La crisi dello Stato e della giurisprudenza: l’(in)attualità dei pensieri di Giorgio del Vecchio a Budapest
Ore 20.30
Momento conviviale (riservato ai relatori)
——————————————————————————————-

Venerdì 16 giugno (Sala Liszt, Accademia d’Ungheria in Roma, via Giulia 1)
III seduta (ore 9.30-13.00)
Presiede: Carla Corradi (Università Alma Mater di Bologna)

Giulia Lami (Università statale di Milano, CISUECO)
L’Ungheria del periodo interbellico nelle pagine del «Corriere della Sera» (1920-1939)
Beatrix Lengyel (Museo Nazionale di Budapest)
La visita del re Vittorio Emanuele nel maggio del 1937 a Budapest nello specchio delle fotografie e della stampa
Francesco Guida (Università Roma Tre, vice-direttore CISUECO)
L’Ungheria nel diario di Galeazzo Ciano e l’Europa in fiamme

Coffee break

Giulio D’Angelo (Università ELTE di Budapest e Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini, Trieste)
Una lettera da Budapest e un articolo sulla musica in Ungheria di Béla Bartók per la rivista italiana «Il pianoforte»
Gianluca Volpi (Università di Udine, CISUECO)
Il ruolo dell’Italia nella ricostruzione delle forze militari ungheresi (1920-1938)
Beatrice Töttössy (Università di Firenze, CISUECO)
Gli ‘avventurieri dello spirito’ e gli ‘ottimisti’: critica e autocritica di letterati ungheresi negli anni Venti

Ore 13.00
Momento conviviale (riservato ai relatori)

Venerdì 16 giugno (Sala Liszt, Accademia d’Ungheria, via Giulia 1)
IV seduta (ore 15.30-19.30)
Presiede: István Puskás (Direttore dell’Accademia d’Ungheria in Roma, Università di Debrecen)

Carla Corradi (Università Alma Mater di Bologna, CISUECO)
L’Italia e la sua cultura nella vita e nella formazione intellettuale di Anzelm Károly Berczeli
Vito Paoletić (Alpen-Adria Universität Klagenfurt)
Jenő Dsida e Ferenc Móra: in giro per l’Italia con la penna in tasca. Immagini dell’Italia interbellica negli occhi di due
intellettuali ungheresi.
Cinzia Franchi (Università di Padova, CISUECO)
La traduzione della letteratura ungherese in Italia nel periodo interbellico

Coffee break

Eszter Draskóczy (Università ELTE di Budapest)
Ricezione critica e traduzioni di Dante nell´Ungheria interbellica
Zsuzsa Ordasi (Università ELTE di Budapest)
Rapporti via aerea. Aeroporti in Italia e in Ungheria tra le due guerre

Ore 19.15
Presentazione del volume All’ombra della Grande Guerra. Incroci fra Italia e Ungheria: storia, letteratura, cultura (“A
Nagy Háború árnyékában. Kereszteződések Olaszország és Magyarország között”), atti del I Convegno MTA BTK FI –
CISUECO svoltosi a Budapest l’11 e 12 giugno 2015.
(Roberto Ruspanti e Zoltán Turgonyi)

Ore 20.15
Visita guidata alla mostra del pittore e grafico András Szunyoghy (a cura del prof. István Puskás)

Ore 21.30
Momento conviviale (riservato ai relatori)

Author: Max

Share This Post On