Francesco Guida

Nato nel 1950, si è laureato nel 1972 presso “La Sapienza” di Roma con una tesi di storiografia romena sotto la guida di Angelo Tamborra con il quale ha proseguito la sua formazione nel campo della ricerca storica, in Italia e durante periodi di studio all’estero. Nei ruoli universitari dal 1980, ha insegnato alla “Sapienza” di Roma e all’Università di Venezia, ed è divenuto nel 2001 professore ordinario di Storia dell’Europa centro-orientale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Roma Tre, dove insegna inoltre Storia dei Balcani in età contemporanea. Direttore vicario del Dipartimento di Studi internazionali, è componente del Collegio dei docenti della Scuola dottorale in Scienze Politiche di Roma Tre.
Segretario generale dell’Associazione italiana studi del Sud-est europeo (AISSEE), è membro di diverse associazioni scientifiche e del Comitato scientifico di alcune riviste storiche straniere. Ha svolto e pubblicato numerose ricerche riguardanti la storia di Albania, Bulgaria, Grecia, Romania, Polonia, Russia, Ucraina, Ungheria e delle loro relazioni con l’Italia. Ha organizzato molteplici convegni di studio. Coordina attualmente un Progetto di ricerca di interesse nazionale dal titolo “Intelligencija versus democrazia”. Ofiţer pentru merit della Repubblica di Romania (per motivi scientifici).

Pubblicazioni (principali)

  • La Bulgaria dalla guerra di liberazione sino al trattato di Neuilly (1877-1919), Roma, Bulzoni 1984
  • L’Italia e il Risorgimento balcanico. Marco Antonio Canini, Roma, Edizioni dell’Ateneo 1984 [premio Howard Marraro 1987 della American Society for Italian Historical Studies]
  • Nascita di uno Stato balcanico. La Bulgaria di Alessandro di Battenberg nella corrispondenza diplomatica italiana (1879-1886), Napoli, ESI 1988, [con A. Pitassio e R. Tolomeo];
  • Il leone e la scimitarra. La liberazione della Bulgaria nella testimonianza del personale consolare italiano, Cosenza, Periferia 1990 [con A. Davidov]
  • Mezzo secolo di socialismo reale. L’Europa centro-orientale dal secondo conflitto mondiale alla caduta dei regimi comunisti, Torino, Giappichelli, 1994 [con A. Biagini] [ed. spagnola 1996, ed. polacca (1998; II ed. italiana ampliata 1997: Mezzo secolo di socialismo reale. L’Europa centro-orientale dal secondo conflitto mondiale all’era post-comunista
  • Michelangelo Pinto, un letterato e patriota romano tra Italia e Russia, Roma, Archivio Guido Izzi, 1998
  • La Grande Romania, Cosenza, Edizioni di Periferia, 2002
  • La Romania contemporanea. Momenti e questioni di storia, Milano, Nagard, 2002
  • La Russia e l’Europa centro-orientale 1815-1914, Roma, Carocci 2003
  • Romania, Milano, Unicopli, collana Storia d’Europa nel XX secolo, 2005

Ha curato la pubblicazione di altri 18 volumi, l’ultimo dei quali è Dayton dieci anni dopo. Guerra e pace nella ex Jugoslavia, Roma, Carocci, 2007.
Ha al suo attivo un centinaio di saggi in riviste scientifiche italiane e straniere.

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *