Genealogie e geografie dell’anti-democrazia nella crisi europea degli anni Trenta

Laura Cerasi

Genealogie e geografie dell’anti-democrazia nella crisi europea degli anni Trenta.
Fascismi, corporativismi, laburismi (Venezia: Edizioni Ca’ Foscari, 2019).
DOI 10.30687/978-88-6969-317-5

Tra le risposte europee alla crisi degli anni Trenta, particolare forza espansiva mostra l’affermazione di movimenti e regimi di stampo fascista e corporativo. La minaccia autoritaria alla democrazia si sostanzia della capacità di dare voce a una tensione comunitaria, organicistica, ultranazionalista, palingenetica, radicalmente ostile all’egualitarismo socialista e all’individualismo liberale. Questo libro indaga genealogie culturali e geografie nazionali delle reti culturali e politiche della destra radicale, che, per il loro carattere trasversale rispetto alle rigide partizioni politiche e per la loro estensione transnazionale, costituiscono un terreno privilegiato per indagare secondo nuove prospettive le ragioni della crisi interbellica della cultura occidentale e per interrogarsi sui retaggi che avrebbero consegnato al mondo del secondo dopoguerra.

Il volume è scaricabile gratuitamente dalla pagina della collana Studi di Storia, coordinata da Laura Cerasi, Mario Infelise e Anna Rapetti, all’indirizzo http://doi.org/10.30687/2610-9107.

Author: Max

Share This Post On