L’ Europa alle frontiere dell’Unione

Antonio Violante e Alessandro Vitale

L’ Europa alle frontiere dell’Unione. Questione di geografia storica e di relazioni internazionali delle periferie continentali

Al di là dei rigidi confini dell’Europa dimezzata, l’“Unione Europea” di Bruxelles figlia della  guerra fredda, ristagna l’“Altra Europa”, alla quale viene spesso negato persino l’aggettivo di ‘europea’. Nonostante la retorica ufficiale, le regioni europeo-orientali e balcanico-occidentali d’Europa pagano il prezzo – che si ritorce sugli stessi Europei occidentali – di un’antistorica barriera escludente che ha gravi conseguenze politiche ed economiche. Il volume, utilizzando percorsi teorici e analitici della Geografia e delle Relazioni Internazionali, affronta alcuni nodi e questioni emergenti nell“altra parte” d’Europa, con l’intento di evidenziarne la ricchezza e vitalità e parallelamente di mostrare le contraddizioni di una concezione invecchiata del confine territoriale.

Antonio Violante insegna Geografia Storica e ha insegnato Geografia Regionale presso l’Università degli Studi di Milano. Ha vissuto a Seoul e a Belgrado, ricoprendo incarichi culturali presso le sedi diplomatiche italiane e d’insegnamento nelle Università. Ha pubblicato numerosi studi all’estero. È autore, fra l’altro, di Luoghi e paesaggi della Bosnia ed Erzegovina (2006).

Alessandro Vitale insegna Analisi della Politica Estera e Politica Estera Comparata presso l’Università degli Studi di Milano. Ha soggiornato a lungo nell’Europa Centrale e in Russia, insegnando in alcune Università. Suoi studi sono apparsi in diversi Paesi. È autore, fra l’altro, di L’unificazione impossibile, una lettura diversa del collasso jugoslavo (2000), El Primer Israel (2007) e La Russia postimperiale (2009)

Edizioni Unicopli

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *