L’Età delle migrazioni forzate.

Eta_migrazioni_forzateAISSECO è lieta di presentare la recensione a cura di Alessandro Vitale del testo L’Età delle migrazioni forzate. Esodi e deportazioni in Europa (1853-1953). di Antonio Ferrara e Niccolò Pianciola

Il libro di Antonio Ferrara e di Niccolò Pianciola, pubblicato alcuni mesi fa e dedicato a un secolo di migrazioni forzate, è una grande opera d’insieme destinata a restare e copre un vuoto, esistente soprattutto in Italia, su un tema chiave della storia universale e soprattutto contemporanea.

Comprendere la storia degli ultimi due secoli, in particolare dell’Europa Centrale e Orientale, senza includere i fenomeni macroscopici, grandi come una casa, delle deportazioni forzate di massa, è impossibile. Lo stesso è accaduto e continua ad accadere con il passare sotto silenzio la tragica realtà – non sempre concomitante, ma spesso sovrappostasi a quelle migrazioni forzate – dei massacri di massa “interni”, prodotti nel corso del Novecento dai governi, non in guerra: un fenomeno che ha provocato (al netto del colonialismo) quasi 180 milioni di morti, ossia quattro volte i caduti di tutte le guerre fra Stati dello stesso secolo. Eppure questi due fenomeni sono spesso trascurati negli studi storici e nell’insegnamento della storia, come se fossero accidenti irrilevanti.”  Continua a leggere

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *