STORIA DEI ROMENI. STORIA DELLE INTERFERENZE ITALO-ROMENE DAL MEDIOEVO ALL’ETÀ CONTEMPORANEA

Orizzonti culturali italo-romeniAISSECO è lieta di annunciare la sua partecipazione al progetto per la creazione di un database “STORIA DEI ROMENI. STORIA DELLE INTERFERENZE ITALO-ROMENE DAL MEDIOEVO ALL’ETÀ CONTEMPORANEA” in collaborazione con la rivista interculturale bilingue “Orizzonti culturali italo-romeni” e AISSE. 

Pubblichiamo quindi la comunicazione di Afrodita Cionchin e Rudolf Dinu per sollecitare i soci e chi interessato a partecipare  a questo progetto meritevole.

Gentili Professori,


Siamo lieti di informarvi dell’iniziativa promossa dalla rivista interculturale bilingue “Orizzonti culturali italo-romeni” (ISSN 2240-9645, www.orizzonticulturali.it) e dall’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, di creare un database online “STORIA DEI ROMENI. STORIA DELLE INTERFERENZE ITALO-ROMENE DAL MEDIOEVO ALL’ETÀ CONTEMPORANEA” comprendente titoli di libri relativi alla storia dei romeni e alle relazioni bilaterali tra i due Paesi dal Medioevo all’età contemporanea, libri pubblicati in Italia nel corso degli anni, dal 2014 a ritroso.

È un’iniziativa volta a creare uno strumento operativo centralizzato online, a tutt’oggi non esistente ma di grande utilità sia agli addetti ai lavori che al più largo pubblico. Questo database, pubblicato in apposita sezione sul sito della rivista, potrà essere permanentemente consultato da tutti gli interessati.

Vi invitiamo cordialmente a dare il vostro contributo a questo progetto, inviandoci via mail un Elenco dei libri suddivisi per anno di pubblicazione dal 2014 a ritroso, all’indirizzo progetti@orizzonticulturali.it

Sarà nostra cura comunicarvi poi la pubblicazione dei dati sul sito della rivista.

Partner del progetto: Associazione Italiana di Studi del Sud-Est Europeo (AISSEE) e Associazione Italiana Studi di Storia dell’Europa Centrale e Orientale (AISSECO).

Vi ringraziamo sin d’ora per la vostra preziosa collaborazione e vi salutiamo con ogni cordialità,
Afrodita Cionchin e Rudolf Dinu”

http://www.orizzonticulturali.it/

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *